• Mer. Giu 23rd, 2021

The Damned: il perfetto mix tra Noir e soprannaturale

The Damned di Cullen Bunn e Brian Hurtt, è senza dubbio una delle piccole perle che la ReNoir Comics ci ha portato in Italia, questo perché già solo i primi due volumi di questa serie risultano essere un perfetto mix di Noir e soprannaturale, che vi ricorderanno un incrocio tra “Hellboy” e il Padrino.
Riporto qui l’incipit del primo volume in modo tale da darvi un idea di cosa andremo ad analizzare in questa recensione: Tra omicidi, rapimenti, tradimenti e dannazione infernale, Eddie, che è sotto l’influsso di una maledizione e non può chiudere occhio, si trova coinvolto in una guerra tra le bande di demoni che si spartiscono il controllo delle attività criminali della città. Questo thriller, ambientato nell’America del proibizionismo, combina una mitologia moderna degna di Joss Whedon con il realismo de “Il padrino” o di “Crocevia della morte”.

La trama di questi primi due volumi punta ad introdurci sia i personaggi principali della serie, sia il mondo in cui questa è ambientata. Il principale merito del volume è proprio quello di presentarci gli elementi fondamentali della serie senza presentazioni verbose e forzate; anzi il tutto risulta essere abbastanza naturale e senza un’ eccessiva prolissità. Bunn mette in scena dei personaggi che, nonostante il loro essere un po’ dei cliché del mondo noir, ci appaiono comunque abbastanza ben caratterizzati, in particolare il protagonista sarà sottoposto ad un interessante confronto con dei demoni provenienti dal suo passato.

I disegni ad opera di Bian Hurtt riescono a creare un atmosfera davvero perfetta, il suo tratto cartoonesco e ispirato ad uno stile a metà tra quello di Darwyn Cooke e uno stile quasi più vicino ad un fumetto Europeo. Unico vero difetto della serie, che potrebbe risultare piuttosto fastidioso è senza dubbio la prevedibilità dei colpi di scena, i quali risultano quasi sempre essere le soluzioni più ovvie che qualsiasi amante del genere Noir riuscirebbe a scovare. Ultimo elemento degno di attenzione è sicuramente il proseguo della serie, che nel secondo volume ci dà fa intuire che non dovremo aspettare troppo per vedere le nuove avventure di Eddie.

In conclusione The Damned risulta essere un opera di grande intrattenimento, assolutamente consigliata a tutti gli amanti del genere noir e agli amanti di Hellboy. Un fumetto passato in sordina, ma che necessita di essere presente nelle librerie degli appassionati di belle storie.

Pietro

Amante dei supereroi sin da bambino vi esporrà le sue opinioni su fumetti e cinema con tutta la sua passsione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *