• Ven. Giu 18th, 2021

Alice nel Paese delle Meraviglie-un meraviglioso adattamento

Renoir Comics ci ha gentilmente inviato una copia di Alice nel Paese delle Meraviglie di David Chauvel e Xavier Collette, adattamento dell’opera di Lewis Carroll.

Tutti conosciamo la storia di Alice, in questo fumetto non ci discostiamo dalla storia originale, anzi, viene seguita quanto più fedelmente possibile (non siamo davanti ad un Pandora Hearts, per intenderci).

L’adattamento della storia è stato affidato a Chauvel, che si è preoccupato di avere un risultato finale quanto più possibile fedele al libro di Lewis Carroll, dovendo tener conto del limitato spazio di manovra (circa 70 pagine), e devo dire che l’intento è stato pienamente rispettato. Ovviamente in alcuni punti ci si sofferma meno o addirittura sorvola alcune parti, ma, nonostante ciò, la storia riprende fedelmente quella della classica Alice.

Passando alla sceneggiatura devo dire che è stato fatto una lavoro di altissimo livello, tutte le inquadrature volgono ad esaltare gli spendidi disegni e colori che compongono il lato artistico della novel (a mio avviso la vera punta di diamante del tutto, ma ne parleremo fra poco). Però, senza dubbio, la parte dove più si vede la bravura dello scrittore/sceneggiatore sono i meravigliosi dialoghi, in grado di trasmettere tutte le intenzioni di chi li ha scritti al lettore. Sono proprio questi a rendere la storia più scorrevole e per nulla pesante da mandare avanti, riuscendo anche a trasmettere quel senso di stupore tipico di una bambina che si ritrova in un mondo di meraviglie.

Ai disegni e ai colori troviamo Collette, sono rimasto estasiato dal lato artistico di questa Novel. Il tratto è poco marcato ma molto preciso e pulito, la fisionomia dei personaggi è abbastanza dettagliata e tiene molto conto di alcuni particolari quali naso o orecchie. Sfondi e paesaggi saltano subito all’occhio e, nonostante siano meno precisi e dettagliati dei personaggi, sono il background perfetto per raccontare questa tipo di storia. Perfetto, assolutamente perfetto, il gioco di luci e ombre accostato all’ottimo lavoro di sceneggiatura che riesce a fare arrivare subito a chi legge la gravità o la spensieratezza di una determinata situazione, anche senza leggere i dialoghi. Certo, non vi aspettate il classico tratto esagerato e super WOW tipico di tanti super eroi, ma è il tipo di disegno giusto per raccontare questo tipo di lavori.

Vi ho spiegato perché trovo questo adattamento veramente valido e meritevole di essere letto, ma concedetemi ancora delle considerazioni personali.

In tutta onestà ho scelto di richiedere questo fumetto perché incuriosito dal nome, essendo un fan di Alice nel Paese delle meraviglie. Non mi aspettavo nulla di eccezionale, un lettura semplice e senza nessun tratto di spicco particolare, ma per fortuna sono stato smentito. Vedete, alle volte tendiamo a sottovalutare determinati tipi di fumetti perché magari sono poco famosi, non trattano di super eroi o comunque di personaggi entrati nel collettivo immaginario di tutti noi. Ma il mondo del fumetto è vasto e pieno di “chicche” che meritano di essere lette, quindi vorrei darvi un consiglio: non soffermatevi troppo sulle vostre convinzioni, spaziate e scoprite cose nuove, potreste rimanerne meravigliati.

Voto:8.5

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *