• Gio. Set 23rd, 2021

Snowpiercer – la serie prequel che va vista!

Da oggi, per le prossime settimane sarà disponibile settimanalmente una nuova puntata della serie prequel Snowpiercer, distribuita qui in Italia da Netflix.

Facciamo prima un passo indietro: prequel rispetto a cosa? Nel 2013 dalle mani di Bong Joon-Ho è uscito il film Snowpiercer con protagonista Chris Evans. Questo film a sua volta rientra nella timeline della serie a fumetti francese originale. La serie TV si svolge 7 anni dopo la nuova era glaciale e 8 anni prima del film del 2013.

Premettendo che vi consigliamo caldamente la visone del film, la trama si basa su una nuova era glaciale causata dagli umani per rimediare al riscaldamento globale. Per evitare l’estinzione definitiva della razza umana, un ricco uomo, il signor Wilford, mette in moto senza mai una sosta un treno di 1001 vagoni lungo tutto il mondo per caricare chiunque si sia potuto permettere il pagamento del biglietto.

La serie si apre proprio con gli istanti prima della partenza del treno dove ci viene spiegato il motivo per il quale, oltre alle tre classi già esistenti, si sia formata una quarta classe detta “fondo”.

I protagonisti principali della serie sono Layton Well (Daveed Diggs) e Melanie Cavill (Jennifer Connelly). Nonostante Layton venga dal fondo grazie al suo precedente lavoro di detective, si vedrà costretto ad aiutare le altre classi del treno a risolvere un omicidio. Grazie a questo pretesto Layton potrà conoscere il treno e i suoi segreti, alcuni dei quali noti a solo poche persone.

Pur partendo senza troppe pretese e senza una trama così avvincente, in poche puntate ci si appassiona alla storia e ai suoi personaggi. Per chi ha visto il film alcune cose che vedrà gli saranno già note e questo non è assolutamente un difetto, anzi.

Un difetto che non si fa un po’ fatica a buttar giù è la CGI del treno e degli esterni palesemente finta e che purtroppo abbatte quanto basta la visione allo spettatore ricordandogli che si trova davanti a qualcosa di finto.

Il film era crudo ma giusto, qui invece troviamo delle scene di violenza forse anche troppo gratuite ed ingiustificate, inoltre è stata aggiunta la solita relazione LGBT che per queste prime puntate che abbiamo visto portano a nulla se non a mostrare un politically correct. Interessante vedere come alcuni aspetti di quella realtà disumana ed autoritaria che vediamo nel film prendano piano piano forma nella serie TV.

Il contrasto fra le classi sociali e la critica sociale si fanno sentire fortemente anche in questa prima stagione, rientrando in linea con le tematiche e le idee portate avanti.

Sia Daveed Diggs che Jennifer Connelly riescono a catturare la scena quando sono presenti, e i loro personaggi sono ben caratterizzati e interpreti altrettanto bene. In conclusione quindi, per quanto abbiamo potuto vedere la serie è assolutamente consigliata a tutti con l’invito a vedere anche il film.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *