• Mar. Set 21st, 2021

Space Force – Ottimo sottofondo!

Su Netflix è disponibile dal 29 maggio la nuova serie, con protagonista Steve Carell, Space Force.

Ideata da Greg Daniels e lo stesso Steve Carell, composta da 10 episodi di non più di 40 minuti questa serie comica è abbastanza una delusione.

La trama è molto semplice: Steve Carell è incaricato di guidare una missione per portare gli americani di nuovo sulla luna. Affiancato da John Malkovich nel ruolo del dottor Adrian Mallory, Diana Silvers come sua figlia e, sporadicamente, da Lisa Kudrow nei panni della moglie.

La serie chiarisce fin da subito di non essere da prendere sul serio, ciò però non toglie che le puntate, seppur brevi, non siano per nulla accattivanti e tanto meno divertenti.

Il problema principale è la discontinuità della trama principale, interrotta dalle trame noiose abbastanza inutili che vanno ad allungare una serie che già di suo ha ben poco da dire. Le prime puntate sono in realtà abbastanza godibili, ma andando avanti con la visione non si vede dove voglia parare la serie, e infatti allo spettatore rimane veramente poco di ciò che ha visto.

SPACE FORCE

Qualche battuta, qua e là, divertente c’è ma rimane il fatto che si può seguire perfettamente facendo altro dato che i dialoghi sono spesso inutili ed inconcludenti. Questo sembra quasi dimostrare che spesso siano state aggiunte azioni ed eventi solo per arrivare alle dieci puntate. Certo, spezzare il ritmo della trama principale è alla base per portare avanti una serie TV, ma qui nessuna trama principale e secondaria è stata sviluppata come si dovrebbe, lasciando quindi lo spettatore freddo agli avvenimenti della serie.

I personaggi sono per lo più piatti e stereotipati, al punto che alla fine dell’ultima puntata viene da chiedere a cosa siano serviti. Il dr. Mallory è forse il personaggio più interessante e sfaccettato, il che lo rende sicuramente un elemento importante per la serie nonostante non possa risollevare una serie che fa acqua da troppe parti.

Un vero peccato dato che, in questo periodo dove rimanere a casa rimane comunque la soluzione migliore, sarebbe servito davvero qualcosa di divertente e allo stesso tempo che riuscisse ad intrattenere. Esce alla fine un prodotto dimenticabile.

Insomma si stratta di una serie evitabile senza problemi, ma che se magari volete vedere nel mentre siete a fare altro, potrebbe intrattenervi quel minimo necessario. Essendo però la comicità molto soggettiva potreste divertirvi, fateci sapere!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *