• Sab. Giu 19th, 2021

Fratelli Dracula – Recensione

Finalmente vi parliamo del primo volume dei Fratelli Dracula edito da Saldapress, scritto da Cullen Bunn e disegni di Mirko Colak.


La storia vede le “origini” sotto chiave diversa del celebre Dracula. Nonostante possa sembrarvi una storia sentita mille e mille volte, vi fermiamo subito: qui qualcosa è diverso.


Partendo dal presupposto che parlare di Dracula ed essere originali è davvero difficile dati i film, libri e fumetti appunto realizzati in suo onore o comunque collegati alla sua figura, qui ci troviamo di fronte ad una storia degna di nota.


Cullen ci narra un dracula (fisicamente accurato) nella sua “vera” forma. Il giovane Vlad e suo fratello Urdu dovranno crescere da prigioneri ma liberi da catene e celle, alla corte dell’imperatore Ottomano di seconda metà del ‘400. Verranno cresciuti come forti guerrieri e cacciatori di Vampir, ovvero una sorta di vampiri. La trama è veramente ben organizzata, i tempi sono efficaci, le battute semplici ma non futili e il tutto si segue con leggerezza dalla prima all’ultima pagina.


I disegni poi di Colak sono veramente incredibili. Un tratto delineato e dai colori accesi, con un forte dinamismo e senso di prospettiva. Molte tavole sono veramente belle viste anche fuori dal fumetto in sè e meriterebbero di essere osservate per più tempo.


Nel complesso siamo davanti ad un’opera che nonostante alcune difficoltà di base sa destreggiarsi tavola dopo tavola, lasciando il lettore attaccato alle pagine fino alla fine.
Insomma, Saldapress ci ha portato una vera valida storia sul personaggio di Dracula e sulle sue origini. Aspettando il successivo volume vi consigliamo più che caldamente questo volume e se l’avete già letto fateci sapere cosa ne pensate!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *