• Mar. Set 21st, 2021

Mary Shelley-Cacciatrice di mostri

Posted by MARTINA FRATTINI on NOVEMBRE 7, 202O

È uscita in Italia il 5 Novembre per SaldaPress la graphic novel intitolata Mary Shelley-Cacciatrice di mostri scritta da Adam Glass e Olivia Quartero-Briggs con i disegni di Hayden Sherman. Questo dovrebbe essere un fumetto dedicato a tutti coloro che amano le storie horror contornate da una atmosfera gotica e quel tocco di avventura (mi sono permessa di scrivere “dovrebbe” perché questo è un discorso che approfondirò nelle mie conclusioni), gli sceneggiatori hanno voluto reinterpretare a loro modo le vicende narrate nell’opera più famosa di Mary Wollstonecraft Shelley ovvero Frankenstein immaginando che la stessa Shelley abbia avuto occasione di conoscere da vicino il “mostro” Frankenstein. La stessa Olivia Quartero-Briggs si è espressa così in merito alla scrittrice Mary Shelley:

Mary Shelley era una donna in anticipo sui tempi. Una guerriera femminista che dovette affrontare la perdita di quasi tutte le persone che le erano care, ma che non si perse d’animo e produsse quattro romanzi e centinaia di articoli, preservando l’eredità del marito e della madre per le generazioni a venire. Il marchio che ha lasciato sulla nostra cultura attuale è profondo e, sebbene MARY SHELLEY CACCIATRICE DI MOSTRI sia certamente un’opera di finzione, si ispira alla vita della scrittrice. Preparando questo progetto, infatti, io e Adam ci siamo preposti l’obiettivo di intrattenere il pubblico ma, allo stesso tempo, cercare di divulgare quanto più possibile la storia di una delle autentiche pioniere dell’uguaglianza di genere.

La storia ha inizio nella Londra dei giorni nostri e all’interno della residenza che fu di Mary Shelley. Seguiamo una guida che propone un tour della casa con annesso racconto della vita della scrittrice. Caso fortuito vuole che la guida lì presente trovi per caso il manoscritto mancante delle memorie della Shelley riguardanti il viaggio intrapreso da lei verso Ginevra durante il rigido inverno del 1816. Con lei vi era anche il suo fidanzato Percy, le sorelle Claire e Fanny e il celebre poeta Lord Byron. I cinque, dopo esser stati cacciati da una tenuta in affitto a causa del loro modo sregolaro di vivere, finiscono apparentemente in maniera casuale ospiti della misteriosa tenuta dei Frankenstein. Gli eventi spaventosi che seguiranno l’arrivo di Mary in quella casa la trascineranno verso una scoperta raccapricciante che segnerà per sempre la sua esistenza.

In conclusione ci troviamo davanti ad un fumetto che promette orrore e sconcerto ma che a dirla tutta non ha sortito tal effetto su di me. Se il fumetto della collana Aftershock di SaldaPressI fratelli Dracula”, di cui trovate una recensione all’interno della nostra sezione relativa ai fumetti, ha convinto lasciando il segno, sia come trama di per sé che come disegni, nel caso di Mary Shelley – Cacciatrice di mostri posso dire che la storia ha l’unico vantaggio di scorrere velocemente e di essere abbastanza accurata rispetto alla vita della Shelley. Per quanto riguarda i personaggi non ho comunque avuto modo di affezionarmi a nessuno di loro né dalla parte dei protagonisti né da quella dell’antagonista. Nessuno di loro è ben caratterizzato e scorrendo le pagine non si riesce a capire lo scopo dei narratori, il punto di arrivo, ma non in senso positivo, il tutto sembra una forzatura della storia per creare l’attesa di un qualcosa di macabro e spaventoso che appunto ahimè non arriverà mai. Ho apprezzato invece molto i disegni, sono decisamente particolari come potete aver modo di notare qui sopra, una piccola chicca che è l’unica nota di luce in mezzo al buio.

Mary Shelley- Cacciatrice di mostri è composto da 120 pagine e lo potete trovare in libreria, in fumetteria sul sito ufficiale di Saldapress.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *