• Gio. Giu 24th, 2021

Dampyr – Il licantropo di Matera Recensione

È disponibile il nuovo Dampyr (248) edito da Sergio Bonelli Editore, ed oggi siamo qui per parlarvene.


Scritto da Giorgio Giusfredi e disegnato da un bravissimo Alessio  Fortunato, “Il licantropo di Matera” è un racconto leggero e interessante.
La storia è abbastanza banale e non particolarmente eclatante, ma è ben scritta e non annoia mai troppo. Si tratta di un  volumetto che potete tranquillamente saltare se non seguite con costanza la testata di Dampyr e il suo mondo.


I disegni di Fortunato invece sono veramente ottimi. Un segno netto e a tratti realistico, con ombre che rendono la tavola molto dinamica e profonda. Usa con sapienza l’uso del tratteggio per creare ombre e sfondi impeccabili. Se vi piace un tratto più studiato e accademico ecco che non potete perdervi questo numero.


Nel complesso non è affatto una brutta storia, certamente non la migliore sul personaggio di Dampyr. I personaggi funzionano e la storia si fa seguire, ma non troverete nulla che vi faccia emozionare particolarmente.
Si tratta di una lettura superflua che consigliamo più per i disegni che la storia in sè, seppur si tratti di una storia assolutamente valida per intrattenervi.


Fateci sapere qua sotto la vostra, se avete già letto questo volume.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *