• Mar. Set 21st, 2021

Dylan Dog Giochi Innocenti – Recensione

Il nuovo Dylan Dog è disponibile grazie a Sergio Bonelli Editore e, attenzione, perché è un numero molto particolare.


Il numero 414 del mensile, Giochi Innocenti, è scritto dall’esperta e affermata Paola Barbato, che ci regala una storia veramente intrigante sin dall’inizio.


Una trama che verte tra: il semplice paranormale e la metafora, dietro alla storia. Ognuno ci può vedere quello che vuole. Probabilmente pecca sul finale dove, non c’è un chissà quale plot twist o spiegazione avvincente, ci si perde in una soluzione molto scarna e banale, un vero peccato dato l’andamento del numero di questo mese. Molto simpatica, tuttavia, è la gag verso il finale tra Dylan e Groucho che rimane molto sopra le righe e in perfetto stile del vecchio aiutante del nostro protagonista che trova poi una sua “conclusione” nell’epilogo della storia.


I disegni di Paolo Martinelli sono invece perfetti. Dinamici in un modo incredibile, con profondità di campo e cura delle tavole come pochi. Già solo per i disegni il numero andrebbe letto e letteralmente ammirato. Un lavoro da paura che speriamo di ritrovare più avanti tra le pagine dell’indagatore dell’incubo.


Nel complesso siamo di fronte a un buon numero di Dylan, sfortunatamente perde sul finale ma può anche darsi, che a voi piaccia e non ci sia il minimo problema.

A voi che l’avete letto invece, è piaciuto?

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *