• Ven. Giu 18th, 2021

Conan il Cimmero – gli accoliti del cerchio nero: La recensione.

Torniamo a parlare di Conan, uno dei personaggi più iconici e radicati nell’immaginario fantasy comune. Il nome di Conan riecheggia ormai negli annali della letteratura, è soggetto a molte interpretazioni e caratterizzazioni diverse, come quella del Cimmero.

Questa seria, edita in Italia da Star Comics, vede l’adattamento di storie che possono essere poste fuori da canone ufficiale, per alcuni. Le stesse, in ogni caso, sono state scritte da Howard negli anni ’30 per una rivista pulp dell’epoca. Devo dire che sto amando questa raccolta, da fan del Barbaro sto trovando molto interessante anche il Cimmero.

In questo capitolo, intitolato “Gli accoliti del cerchio nero“, il protagonista si ritrova invischiato in intrighi di palazzo, giochi politici e poteri magici che, non comprende benissimo. In tutto il suo immenso coraggio, decide comunque di affrontare le sfide che gli si parano di fronte, un po’ per senso d’onore, un po’ per mera gloria personale.

La storia di per sé è abbastanza lineare, ricca di dettagli si, ma comunque semplice. In linea perfettamente, sia con lo stile di Howard, che con i tempi in cui è stata scritta.

Il lavoro di adattamento di Sylvain Runberg è stato eccezionale, con una sceneggiatura ricca di dettagli e sfumature, che hanno solo impreziosito la già ottima trama originale. Una struttura solida per una storia realizzata – forse – più per un fumetto, che per un racconto breve.

Ai disegni troviamo, inevece, Park Jae Kwang. Ancora una volta il disegno è la parte che preferisco di questa collana: un tratto magnifico capace di rendere perfettamente giustizia ad un guerriero imponente e fiero come Conan; l’uso del colore è magistrale per esaltare un’ambientazione puramente Fantasy e capace di ricordare le atmosfere medio-orientali da mille e una notte.

Grande cura per i dettagli anatomici e per i paesaggi che facevano da sfondo alle avventure. Molto gradito il gioco di luci e ombre soprattutto nelle scene finali.

In conclusione anche questo numero è super approvato, altra grande conferma di una collana che merita, secondo me, molta più attenzione da parte di noi lettori. Vi invito a recuperare queste storie, tenendo conto del fatto che potete anche prendere quelle che più vi interessano dato che è a tutti gli effetti una raccolta antologica. Mi raccomando, diteci la vostra!

Voto: 8.5/10

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *