• Mar. Set 21st, 2021

Invincible: Le nostre opinioni sulle prime tre puntate della serie.

Non è un mistero che tra tutte le nuove serie a tema supereroistico uscite in America dagli anni 2000, Invincible di Robert Kirkman, Cory Walker e Ryan Ottley sia probabilmente la migliore. Diventata un vero e proprio cult tra gli appassionati della settima arte, questo fumetto è riuscito a convincere appassionati e non del fumetto supereroistico, grazie ad una scrittura coinvolgente, un world building invidiabile e un lato artistico di rilievo. Questa serie di elementi giustificano quindi il grande hype per la serie animata, Amazon Originals, in uscita sulla piattaforma Prime Video questo 26 marzo. Noi abbiamo avuto la possibilità di vedere i primi tre episodi della serie in anteprima e finalmente possiamo darvi le nostre prime impressioni.

La serie vede come protagonista Mark Grayson, un diciassettenne comune per la sua età, se non fosse per il fatto che suo padre è Omni-man, l’eroe più potente della terra. Questa premessa permette alla serie di prendere una direzione unica, trattando il materiale supereroistico in modo piuttosto innovativo. La famiglia di Mark è abituata ad avere un supereroe in casa, per questo motivo l’approccio ai poteri e al ruolo del giovane nella serie sono trattati in modo realistico rendendolo quasi banale e quindi dannatamente divertente, grazie ad un’ironia davvero riuscitissima. Il ritmo della narrazione tra le altre cose è pure abbastanza buono, mai troppo veloce, mai troppo lento, catturando l’interesse dello spettatore sin dalla prima puntata. Preparatevi inoltre ad una buona dose di violenza, elemento tipico già della serie a fumetti, grazie allo spettacolare tratto di Ryan Ottley, che qui sembra essere almeno altrettanto presente. 

Il vero lato positivo di Invincible sono però i personaggi. Esattamente come l’approccio al genere supereroistico, anche la caratterizzazione di coloro che popolano il mondo del ”Invincible universe” risulta essere estremamente concreta e realistica, senza privarsi però di uno spessore raro nel mondo dei supereroi. Ultimi cenni per il lato più tecnico della serie, parlando personalmente, trovo lo stile adoperato estremamente convincente, nonché azzeccato per i toni proposti dalla serie, piuttosto fedeli anche al tratto originale di Cory Walker, il disegnatore dei primi numeri della serie. Sono però concesse anche delle sequenze davvero ben riuscite, specialmente per le animazioni particolarmente curate. Prima di concludere mi pare giusto rassicurare i lettori fan accaniti del prodotto fumettistico: la serie è perfetta anche per voi, seppur l’anima dell’opera originale sia intatta, le vicende narrate sono adattate in modo differente, senza mai essere snaturate, ma con la giusta dose di cambiamento per interessare anche coloro che desiderano vedere un qualcosa di nuovo. Un ottimo adattamento.

Queste erano le nostre opinioni sulle prime tre puntate della serie, speriamo di avervi incuriosito a dare una chance a questo prodotto in uscita il 26 marzo. Noi ci rivediamo alla recensione completa di tutta la prima stagione. A presto!

Pietro

Amante dei supereroi sin da bambino vi esporrà le sue opinioni su fumetti e cinema con tutta la sua passsione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *