• Gio. Giu 24th, 2021

Note di Viaggio: Il Film – Recensione

Bentornati affezionatissimi di Octonet! Io sono Aurora e sono tornata con una nuovissima chicca per voi targata BMG Italia. Di cosa sto parlando? Di Note di Viaggio, il Film Documentario sul grandissimo Francesco Guccini. Prima di iniziare voglio ringraziare NexoDigital per avermi permesso di visionarlo e di poter riportare qua le mie impressioni per voi. Adesso però, senza ulteriori indugi, passiamo alla nostra Analisi:

Trama: [ripresa da Il Corriere Nazionale] Note di viaggio, la raccolta di Francesco Guccini composta da canzoni scelte dallo stesso cantautore insieme a Mauro Pagani, reinterpretate dalle grandi voci della musica italiana. Un viaggio nel dietro le quinte di uno dei progetti discografici italiani più ambiziosi e riusciti degli ultimi anni […] Bellezza, vita, attualità: la poetica di Francesco Guccini accompagna da sempre il cammino degli italiani, ed è per questo che Note di viaggio è un progetto che non vuole essere celebrativo, ma guarda al futuro attraverso le canzoni del Maestro.

Regia: Prima di dire cosa ne penso vorrei riportarvi le parole dei due Registi di questo Documentario attraverso l’ultimo ambiziosissimo progetto di Francesco Guccini:

Un viaggio attraverso la buona musica ma anche dentro i racconti, i volti, le poesie e l’arte di chi ha saputo collegare con un filo rosso diverse età e generazioni. Due anni emozionanti che ci hanno permesso di conoscere le persone prima degli artisti e tracciare assieme a loro il nostro personale filo rosso. Ci teniamo a ringraziare BMG per la totale fiducia nei nostri confronti, Mauro Pagani e le Officine Meccaniche per averci sempre accolto (e sopportato) con il sorriso, tutti gli artisti e ovviamente il Maestrone per averci onorato con frammenti della sua incredibile vita, le sue storie, i bicchieri di vino bevuti insieme. Non abbiamo più paura perché non ci succederà niente”.

Così si sono espressi Andrea Longhin e Claudio Spanu, capaci di rendere il Documentario un vero e proprio scorcio nella Vita di questo importante Cantautore Italiano, attraverso le persone che gli vogliono bene (la moglie, la figlia o l’amico Dino Stewart) e gli artisti che hanno collaborato alla realizzazione di questo Film, che ha un’aria decisamente godibile. Un intrattenimento di qualità alla scoperta del cosa realmente ci sia dietro a una (e in questo caso più di una) collaborazione.

Musica: A cura di Mauro Pagani, che apre il documentario esprimendosi sul panorama musicale odierno. Ci dice che le nuove tecnologie e le nuove generazioni fanno un utilizzo del testo totalmente differente da quello della Tradizione Italiana, che appunto cozza. Questo però non deve essere inteso come una critica, piuttosto come un modo per mettersi in discussione e riadattare alcuni dei testi più belli che la tradizione offre, dandogli una veste completamente nuova. BMG Italia stessa propone a Guccini nel Febbraio 2019 di intraprendere questo percorso incredibile sotto la guida di Pagani, incidendo due album delle proprie canzoni supportato dalle doti artistiche e dalle voci di alcuni dei più grandi interpreti di cui il nostro paese dispone oggi.

Tra i Cantanti che hanno partecipato ritroviamo: Elisa, Ligabue, Carmen Consoli, Giuliano Sangiorgi, Nina Zilli, Brunori Sas, Malika Ayane, Francesco Gabbani, Samuele Bersani e Luca Carboni, Margherita Vicario, Manuel Agnelli, Zucchero, Fiorella Mannoia, Emma e Roberto Vecchioni, Vinicio Capossela, Gianna Nannini, Jack Savoretti, Levante, Mahmood, Petra Magoni, Ermal Meta, Fabio Ilacqua e ovviamente lo stesso Mauro Pagani.

Commento: Inutile dire che questo Film mi ha veramente colpita. Traspare il lato umano di ogni artista, la volontà di fare un omaggio sincero e sentito a uno dei personaggi cardine della Tradizione, e il profondo rispetto che c’è per uno dei produttori più importanti in Italia, Mauro Pagani. Da tutti i cantanti viene ribadita l’importanza del Testo, chiave del successo di Guccini, esperto nella restituzione di messaggi attraverso le sue parole e la sua musica. Ho trovato particolarmente calzanti le parole di Ermal Meta che ci dice che il fatto che così tanti artisti abbiano preso parte a questo progetto significa che Guccini è a tutti gli effetti insito nel DNA della Tradizione Musicale Italiana, ed è esattamente ciò che vediamo. Le emozioni dominano questo Documentario colpendo lo spettatore e restituendo un senso di unione tra le varie generazioni, quella stessa unione che di recente ci è tanto cara e familiare nella situazione che stiamo affrontando a livello Mondiale.

Voto: 9

In conclusione: Vorrei invitare tutti alla visione di questo Docu-Film che ha tra le sue caratteristiche quella di portare in scena oltre al duro lavoro, che è sempre giusto, anche la semplicità e l’amore per la musica e per il Cantautorato in particolare.

Ovviamente potete farmi sapere cosa ne pensate voi con un Commento o un Messaggio Privato alle nostre pagine Instagram e Facebook, dove troverete ulteriori aggiornamenti su tutti i miei nuovi articoli, su quelli dei miei colleghi e tante Novità e Sondaggi da non perdere. Io vi saluto e vi rimando al prossimo Articolo, stay tuned Folks!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *