• Gio. Set 23rd, 2021

Godzilla all’Inferno – La recensione

Godzilla all’inferno, fumetto della IDW Publishing, è scritto ed è disegnato da diversi autori. In Italia è edito da Saldapress.

In questo volume Godzilla viene catapultato all’Inferno. Qui intraprenderà un viaggio che lo porterà a scontrarsi con la versione demoniaca di alcuni dei suoi nemici storici.

Il primo capitolo vede alla storia e ai disegni James Stokoe, lo stesso autore di Godzilla – La Guerra dei 50 anni.

“Lasciate ogni speranza, voi che entrate qui.”

È la frase che chiude l’iscrizione impressa sulla porta dell’Inferno della Divina Commedia di Dante. E non è un caso che anche Godzilla si trovi dinanzi a tali parole, in quanto il luogo infernale in cui è precipitato, presenta una struttura simile a quella dei gironi danteschi. A differenza però del Sommo Poeta, il lucertolone radioattivo distrugge letteralmente quelle parole. Giunto nell’Oltretomba, il Re dei Kaiju si trova nelle rovine di città distrutte, popolate da anime perdute. Il nemico che ostacola il suo cammino è il demone Hedorah.

Il secondo capitolo invece è scritto e disegnato da Bob Eggleton. Qui Godzilla, soprannominato più volte Leviatano, mentre vaga nell’abisso infernale, si scontra con il primo nemico: il demone alato Rodan. Dopo questa battaglia, viene attratto da una luce che lo conduce in un girone fatto di ghiaccio, pieno di navi maledette. Ad attenderlo c’è il demone Anguirus. In seguito a questo scontro giunge in un girone acquatico, dove inizia il combattimento contro il demone Varan. Terminata la battaglia, Godzilla dovrà vedersela infine con il drago a tre teste King Ghidorah.

Nel terzo capitolo, la storia è scritta da Ulises Farinas e da Erik Freitas, mentre i disegni sono stati realizzati da Buster Moody. All’inizio del racconto si vede il Re dei Mostri combattere contro Spacegodzilla in Brasile. Ma all’improvviso si ritrova prima nel Purgatorio e poi nell’Inferno dove continuerà lo scontro con il Godzilla spaziale.

Il quarto capitolo è scritto da Brandon Seifert e disegnato da Ibrahim Moustafa, mentre ai colori troviamo Marissa Louise. Stavolta il lucertolone combatte contro il drago dorato a  tre teste e contro Destroyah.

Il quinto capitolo vede alla storia e ai disegni Dave Watcher. In questo episodio Godzilla si ritroverà a scontrarsi con dei piccoli e voraci demoni.

Layout 1

Il vero e solo protagonista di Godzilla all’Inferno è proprio il Re dei Kaiju. Guidato dal suo istinto, fa questo viaggio dantesco e niente e nessuno lo può fermare, anche quando viene sconfitto o persino ucciso, trova sempre una soluzione.

“È meglio conquistare te stesso che vincere mille battaglie. Quando conquisti te stesso la vittoria è tua. Nessuno potrà togliertela, né angeli né demoni, né Paradiso né Inferno.” (Buddha)

In questo volume non c’è connessione tra una storia e l’altra. Poi, visto che ciascun racconto è narrato da un autore diverso, esso acquisisce quindi uno stile differente in ogni capitolo. È un fumetto alquanto particolare poiché nella maggior parte delle storie, sono i disegni che raccontano le vicende del lucertolone radioattivo, giusto qualche onomatopea compare di tanto in tanto. Soltanto la seconda storia presenta del testo. Alcune tavole sono semplicemente meravigliose, sono delle vere e proprie illustrazioni.

Alla fine dei capitoli è presente una cover gallery e Bob Eggleton racconta le sue ispirazioni e influenze che lo hanno portato a  realizzare la sua storia in questo fumetto.

In conclusione, è un volume che alla fine mostra solo scontri tra Kaiju, ma risulta comunque interessante, sia per le citazioni dantesche e sia perché sono le tavole che raccontano la storia. Sicuramente è consigliato ai fan di Godzilla.

Il volume è disponibile in fumetteria, online e sullo shop della casa editrice italiana.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *