• Gio. Set 23rd, 2021

Bentornati a tutti carissimi lettori di Octonet! Io sono Aurora e oggi sono tornata per parlarvi di un altro Fumetto – sì, ci sto prendendo gusto – intitolato Pelle d’Uomo, arrivato alla nostra redazione grazie a Bao Publishing.

Ringrazio moltissimo la Bao Publishing a nome di tutta la Redazione per averci inviato il volume, così che io potessi leggerlo per voi e darvi le mie impressioni. Rimanete a leggere fino alla fine per sapere se dovrete assolutamente recuperarlo!

Senza ulteriori indugi proseguiamo quindi con la Trama di Pelle d’Uomo:

[direttamente dal Comunicato Bao Publishing]

Bianca Giovanni sono promessi in sposi, ma non si conoscono. Il matrimonio è visto solo come una transazione d’affari, ma la giovane non ci sta, vuole conoscere l’uomo che sposerà. Così la sua madrina le confida che nella loro famiglia c’è un segreto che le donne si tramandano: una pelle d’uomo, per muoversi indisturbate nel mondo dei maschi. Bianca la indossa, diventa Lorenzo, e scoprirà un mondo che mai avrebbe immaginato.

Giusto per darvi qualche generalità, la Graphic Novel in questione è stata la Più Premiata del 2020 in Francia, realizzata dal raffinato sceneggiatore Hubert in collaborazione con Zanzim, abilissimo disegnatore. Capite bene quindi quanto le mie aspettative fossero alte, stando alla presentazione. [N.d.r. Ma che vuoi saperne Aurora, hai iniziato ieri a leggere Fumetti]

Nonostante sia un prodotto esteticamente e a livello di storia complessiva decisamente meraviglioso, ho trovato alcune cose che non mi sono particolarmente piaciute sul piano strutturale.

La suddivisione in capitoli l’ho trovata personalmente debole, ma mi spiego meglio: ci sono solo 5 capitoli su 160 pagine, cosa che potrebbe andar bene se la storia avesse uno scorrimento molto più lento. La bellezza del volume però sta proprio nella dinamicità del racconto, cosa che non è supportata da una giusta suddivisione. In ogni capitolo abbiamo azioni, cambi di ambientazione e vari dialoghi significativi, decisamente troppe cose per identificare cosa avvenga effettivamente nella singola porzione del volume. Inoltre ogni capitolo ha un titolo, ma questo non è affatto descrittivo e non ci dà un’idea di cosa andremo a leggere nelle pagine a seguire.

Le didascalie narrative si rifanno nella lettera iniziale alla Tradizione Rinascimentale, cosa che ho davvero apprezzato data l’ambientazione dell’intera storia proprio in questo periodo, quello che però ho trovato non particolarmente calzante è la mancanza di vere e proprie cornici. I manoscritti rinascimentali sono infatti riconoscibili per la presenza di quest’ultime – spesso anche molto elaborate – che mi aspettavo di trovare in ogni pagina, o almeno ad enfatizzare il richiamo di quell’unica lettera ornamentale.

I disegni sono fantastici, il vero pezzo forte di questa particolarissima Graphic Novel. I colori sgargianti sono un piacere per gli occhi, e in linea con il quadro generale in cui è ambientata la storia. Il tratto di Zanzim, in pieno stile francese, rende i personaggi sinuosi ed eleganti. Nelle scene in movimento il paesaggio viene meno o rimane statico, in favore delle azioni che vengono mostrate in sequenza. Un lavoro magistrale.

Voto: 7.5

Queste cari lettori erano le mie personalissime opinioni su Pelle d’Uomo, fatemi sapere cosa ne pensate e se acquisterete o se avete già acquistato il Fumetto tramite commento o messaggio privato alle nostre pagine Instagram e Facebook.

Per chi volesse Pelle d’Uomo è reperibile in tutte le Fumetterie e le Librerie fisiche e online, nonché sul Sito Ufficiale Bao Publishing in formato Cartonato.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *