• Sab. Giu 19th, 2021

I Mitchell contro le macchine

I Mitchell contro le macchine è un film d’animazione Sony distribuito da Netflix che vede alla regia e sceneggiatura gli esordienti Mike Rianda e Jeff Rowe, mentre a produrlo ritroviamo coloro che hanno contribuito alla creazione, tra gli altri, di Spiderman – Un nuovo Universo.

I protagonisti di questa pellicola sono i Mitchell, classica famiglia disfunzionale composta dai due genitori, due figli e un buffo carlino. La figlia maggiore è una amante del cinema in procinto di trasferirsi in California per iniziare gli studi che più ama, per iniziare la sua vera vita, ma davanti a sé trova un padre pieno di paure, insicurezze che non riesce a vedere un futuro per la sua piccola in quel determinato settore.

Dopo l’ultima litigata il padre, nel tentativo di risanare il rapporto tra i due prima di vederla andare al college, decide di accompagnarla personalmente in macchina attraversando tutto il Paese con la famiglia al completo. Durante il viaggio, tra litigate e tentativi goffi di risolvere ogni problema, ecco che il Mondo intero si ritrova nel bel mezzo di una ribellione da parte di robot di ultima generazione, determinati a mandare via gli umani dal pianeta e prenderne il pieno controllo. La nostra protagonista è una sorta di Lizzie McGuire che vive nel suo mondo tra realtà ed immaginazione, dove il cinema ha appunto un ruolo predominante, portandola a sognare e staccarsi da una vita che le va stretta.

Intorno a lei ha un fratellino dolcissimo, timido, nerd, amante dei dinosauri, una madre che cerca di tenere attaccati tutti i rapporti e di non far crollare la sua famiglia -una vera supereroina- e un padre che crede solo in ciò che vede, nella realtà, nel lavoro, nella concretezza.

Il film affronta in maniera molto empatica e piena di emozioni il discorso famiglia, la paura di veder andare via i propri affetti, la difficoltà del crescere e a tutto ciò si aggiunge anche la tematica tecnologia. Nella battaglia contro i robot la nostra famiglia affronta una vera e propria lotta interiore sull’uso spropositato degli smartphone, sui risvolti negativi che ha sulla nostra vita, sul nostro confrontarci con altre persone avendo davanti a noi sempre quello schermo. E qui I Mitchell contro le macchine vince, mostrandoci a 360° problematiche presenti praticamente ogni istante della nostra vita attuale riuscendo a tessere una pellicola divertente, veloce e che emoziona o rattrista nel momento in cui è giusto che lo faccia.

A tutto ciò aggiungiamo delle animazioni bellissime, tra il fumetto e il 3D, con sprazzi di follia e foto che arrivano direttamente dalla realtà. In conclusione quello che ci troviamo davanti è un tentativo ben riuscito da parte di Sony di raggiungere una animazioni degna delle ultime uscite Pixar, abbandonando per un attimo le sperimentazioni di Spiderman – un nuovo Universo, ma riuscendo comunque a dare un tocco personale, senza copiare in tutto la casa che continua a raccogliere premi e ovazioni ovunque. Recuperatelo!

Francesco Foschini

Amante di cinema sin dalla prima adolescenza cerco sempre film che mi diano emozioni forti e mi facciano sentire vivo. Canto anche nella band posthardcore I MAIALI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *