• Mar. Set 21st, 2021

The Wicked + The Divine 7 – Volontà Creatrice / La recensione

The Wicked + The Divine è una serie a fumetti creata da Kieron Gillen e Jamie McKelvie, rispettivamente sceneggiatore e disegnatore dell’opera, pubblicata negli USA dalla Image comics. I colori invece sono a cura di Metthew Wilson. In Italia è edita da Bao publishing.

Cosa era successo alla fine del sesto volume? Persefone e Cassandra avevano scoperto il covo segreto di Woden, dov’era inoltre rinchiuso suo figlio Jon. Il signore delle Valchirie, però, era riuscito a intrappolarle nella gabbia anti-divinità insieme a Jon che è una testa vivente. Ma il segreto più sconcertante di tutti è stato sicuramente quello rivelato da Minerva: infatti, la giovane dea aveva affermato “Io sono Ananke. In questo settimo capitolo della saga, intitolato Volontà Creatrice, la storia racconta la nascita del Pantheon, il ruolo che ha avuto Ananke nella sua costruzione e soprattutto la parte che ella ha avuto nella genesi di un certo rituale.

La saga dei dodici dei che si incarnano in altrettanti esseri umani sulla Terra ogni novant’anni continua a sorprendere e incantare il lettore. Questa volta, Gillen ci trasporta nella storia attraverso varie epoche, dall’Alto Nilo del 3682 A.C alla Persia del 647 A.C, dal Giappone del 1646 D.C all’America settentrionale del 1922 D.C, mostrando sempre un unico gesto molto significativo.

“Ancora una volta, torniamo.”

Queste parole chiudevano il primo capitolo del primo volume e Volontà Creatrice si ricollega anche a quella scena ambientata nel 1923. Quindi questo settimo volume si divide tra passato e presente, e come ho scritto precedentemente, mostra la genesi di tutto e il motivo per cui sono nate le dodici divinità.

Chi ha letto The Wicked + The Divine sa che una delle domande principali su cui si basa l’opera è “Quale prezzo sei disposto a pagare per essere una divinità?”. Proprio in questo settimo capitolo della saga si capisce quanto sia forte e folle il desiderio di potere e d’immortalità di un determinato personaggio.

Ananke ha sempre avuto un ruolo di spessore in quest’opera e stavolta risalta maggiormente. Ma non sarà la sola: infatti, chi avrà una parte importante in Volontà Creatrice sarà proprio Persefone. Colei che più di tutti voleva essere una divinità, aveva avuto dei tentennamenti già nel sesto volume, ma adesso dopo varie rivelazioni quei dubbi diventano realtà e si ritroverà inoltre ad affrontare una situazione molto delicata per lei e per l’intero Pantheon.

I disegni, realizzati con maestria, sono come al solito una certezza così come l’uso dei colori. Degna di nota è la meticolosità utilizzata nella realizzazione dei costumi delle civiltà nelle varie epoche.

Alla fine del volume è presente una cover gallery e vengono mostrati i retroscena della lavorazione di alcune tavole.

In conclusione, quando mancano ormai solo due volumi alla fine di questa saga, gli autori continuano ad emozionare e a sorprendere il lettore con colpi di scena e rivelazioni. Dopo aver letto The Wicked + The Divine, contare fino a quattro e schioccare le dita assumerà un altro significato e non sarà più come prima.

Il volume è disponibile in fumetteria, libreria, online e sul sito della casa editrice.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *