• Gio. Set 23rd, 2021

Living-Room Matsunaga-san 1 – La recensione

Living-Room Matsunaga-san, pubblicata in Giappone dalla Kodansha, è una serie manga scritta e disegnata da Keiko Iwashita. In Italia è edita da Edizioni Star Comics e si comporrà di undici volumi in totale.

Durante il suo secondo anno di liceo, Miko Sonoda si trasferisce nella Share House (abitazione condivisa da più persone) di suo zio Masahiko, per motivi familiari. Mentre la ragazza sta per raggiungere l’appartamento da condividere, si imbatte in un ragazzo e, per una serie di malintesi, lo scambia per un maniaco. In realtà è Jun Matsunaga, designer e inquilino della Share House. Come sarà per Miko convivere con Jun e altri quattro coinquilini? Riuscirà ad abituarsi alla nuova vita?

Con questo primo volume, Keiko Iwashita presenta una storia leggera con tutte le caratteristiche tipiche di uno shoujo. Infatti non mancano i soliti cliché del target: gli equivoci, le situazioni imbarazzanti e le incomprensioni. Non mancano neanche scene che si vedono spesso in un manga di genere romantico: la condivisione dell’ombrello, lei che perde un oggetto e lui la aiuta a cercarlo, un bacio accidentale. Ma nonostante la presenza di situazioni o scene classiche di uno shoujo, la lettura risulta comunque piacevole.

Siccome la maggior parte delle vicende avvengono nella Share House, non si può non pensare ad una famosa opera ambientata principalmente in una pensione condivisa: ovviamente mi riferisco a Maison Ikkoku di Rumiko Takahashi, e anche se le serie sono diverse, il richiamo avviene in automatico.

Convivere con più persone può avere degli svantaggi come per esempio la condivisione del bagno o di altri spazi in comune. Ma Living-Room Matsunaga-san mostra soprattutto i vantaggi di avere dei coinquilini.

“Vivere insieme significa condividere le difficoltà.”

Jun pronuncia queste parole che sono il fulcro di una convivenza, infatti convivere con altre persone significa anche farsi aiutare se ci sono dei problemi, poi ovviamente non manca il divertimento che scaturisce dallo stare insieme come può essere una festa o una semplice cena. Ci si sente parte di un gruppo, è come avere una nuova famiglia.

I personaggi principali sono i componenti della casa e sono i seguenti:

Miko Sonoda, la protagonista è una ragazza sbadata e pasticciona, finisce sempre col farsi subito delle paranoie, ma essendo una liceale, alla sua età è naturale.

Jun Matsunaga, è un ragazzo che appare freddo e distaccato, ma in realtà è gentile, dolce e protettivo.

Asako Onuki, lavora come onicotecnica.

Ryo Hojo, è uno studente universitario.

Akane Hattori, è una ragazza misteriosa.

Kentaro Suzuki, è il casanova della casa, lavora nel settore della ristorazione.

Masahiko, proprietario della pensione, è sempre impegnato a lavoro, quindi raramente passa del tempo con sua nipote.

Sabako, la gattina della casa.

I disegni presentano un tratto semplice e pulito. Gli sfondi sono quasi del tutto assenti.

Concludendo, il primo volume di Living-Room Matsunaga-san getta le basi per quella che si preannuncia una dolce storia d’amore. È una serie leggera e simpatica, e sicuramente è consigliata per chi vuole approcciarsi al target dello shoujo o per chi cerca una lettura tranquilla di genere romantico.

Il volume è disponibile dal 26 maggio in fumetteria, liberia, online e sullo shop della casa editrice umbra.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *