• Lun. Lug 26th, 2021

Black Widow (2021)

Black Widow è un film dell’Universo Cinematografico Marvel, diretto da Cate Shortland, che sarà nelle sale il prossimo 7 Luglio e che noi di OctoNet abbiamo visto in anteprima grazie alla Disney. Vorrei far iniziare questa recensione dal momento prima del vero e proprio inizio della pellicola, il momento in cui è partita l’ormai inconica sigla della Marvel, con tutti i personaggi che si mostrano nelle lettere che formano il magico logo della Casa delle Meraviglie. In quel momento dentro di me è scattato qualcosa che mi ha fatto dimenticare, anche se solo per qualche ora, la situazione che il pianeta ha vissuto in questo ultimo anno e mezzo, e che sta continuando a vivere nonostante la luce in fondo al tunnel ora sia visibile. Rileggere finalmente quella parola magica, entrata ormai nell’immaginario di chiunque, sullo schermo enorme di un cinema è stato liberatorio; nonostante si tratti di un film “secondario”, è stato un momento che mi ha davvero emozionato.

Ma torniamo alla pellicola dedicata alla nostra vedova nera, alla nostra Scarlett Johansson, che vediamo nelle primissime battute da bambina insieme alla sorellina più piccola, la madre e un padre, che presenta una forza sicuramente fuori dal comune. Ci viene descritta la sua infanzia con pochi fotogrammi per poi passare, dopo i titoli di testa, al vero fulcro della storia. Il tutto è ambientato dopo gli avvenimenti di Captain America: Civil War con la nostra Natasha in fuga dall’America e subito immischiata nella sua terra natía in situazioni che riporteranno a galla il suo passato.

Mi fermo qui con la trama perché so quanto stiate attendendo questo film e quanto non vogliate nessun tipo di minuscolo spoiler. Il film è una spy story figlia di Captain America: The Winter Soldier dei fratelli Russo e ne prende una sceneggiatura ispirata e più seriosa rispetto alla media MCU. Qui secondo me si riesce ad essere ancora più maturi, affrontando temi importanti, come i diritti delle donne, in maniera mai banale e sempre perfettamente inserita nell’Universo dei supereroi; una linea, quella di portare il sociale in ogni loro prodotto, che secondo me sta dando nuovo significato a tutto il lavoro dietro la mente di Feige and co.

I personaggi introdotti e che spero vivamente di rivedere, soprattutto quelli interpretati da Florence Pugh e David Harbour, sono caratterizzati benissimo e riescono ad imporre il loro carattere nonostante il tempo limitato a loro concesso, confermando ancora una volta una ottima scrittura dietro il film. Unica pecca è un passo indietro negli effetti visivi e nelle scene di combattimento, punti di forze dell’MCU che a quanto pare ci ha abituati troppo bene e che ci porta a notare ogni più piccola sbavatura.

In conclusione mi rivolgo a voi: tornate al cinema, tornate a godere del fenomeno del momento, tornate ad emozionarvi davanti ad uno schermo gigante, tornate a vivere l’MCU al massimo, con una bella pellicola d’azione che fa il suo dovere alla perfezione.

Francesco Foschini

Amante di cinema sin dalla prima adolescenza cerco sempre film che mi diano emozioni forti e mi facciano sentire vivo. Canto anche nella band posthardcore I MAIALI.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *